FAQ Frequently Asked Questions


Prodotti e servizi così innovativi meritano delle domande


Per chiarire alcuni dei più comuni dubbi che la nostra clientela si pone, cerchiamo qui di fornire le risposte alle domande che più comunemente ci sono state fatte.

Per aumentare la fruibilità e migliorare il servizio i quesiti sono suddivisi per prodotti e servizi e nel dettaglio sono affrontati vari aspetti.


 

Come fa la pellicola a migliorare la resistenza del vetro agli urti?

La pellicola aumenta la sicurezza delle persone in caso di urti accidentali contro una lastra di vetro o come protezione da oggetti che impattano contro la lastra principalmente per due ragioni: irrigidisce il vetro: la pellicola si comporta come una membrana che dotata di una sua resistenza alla flessione contribuisce ad aumentare la resistenza del vetro ad eventuali flessioni, assorbendone in misura consistente ed alzando così la soglia di rottura complessiva. cambia la dinamica della rottura: il film della pellicola incollato alla lastra di vetro fa in modo che in caso di urto con cose o persone o di impatto con oggetti, di intensità non eccessiva, la lastra resti nella sua sede e ne impedisce la proiezione dei frammenti di vetro.

Posso usare la pellicola di sicurezza come anti-furto?

La pellicola non può essere da sola considerata come un sistema antifurto. Per questo motivo è sempre meglio disporre di vetri antiproiettile/antisfondamento, in questo caso la pellicola aiuta a: trattenere in sede la vetrata evitando danni a persone e cose abbattere il calore trasmesso agli ambienti dal vetro impedendo l'assorbimento (lo spessore di questi vetri è considerevole e rilasciano il gran calore accumulato).

Sono tutte uguali le vetrate?

No, il decreto legislativo 626/94 distingue due tipologie: vetri con base inferiore a 100 cm dal piano di calpestio, posti in vetrate esterne e dove ci sia rischio di caduta nel vuoto vetri posti in qualsiasi altra posizione ove ci sia la possibilità che qualcuno possa ferirsi in caso di rottura degli stessi. A seconda della tipologia di appartenenza vengono utilizzati vetri adatti e devono essere individuate le pellicole più idonee.

Come posso considerare un vetro di "sicurezza" se la pellicola, essendo applicata su una lastra già in opera, non può arrivare sotto il telaio?

E' proprio la dinamica della rottura (il modo in cui si rompe) della lastra che permette di avere le stesse caratteristiche di resistenza e comportamento nei due casi. Studi approfonditi sulla distribuzione delle forze nella lastra ne hanno verificato le caratteristiche e prodotto le certificazioni. A questo punto di fondamentale importanza è il tipo di pellicola, la sua certificazione e che l'installazione venga eseguita da personale specializzato. safetyglassgroup dopo l'installazione rilascia un certificato di conformità che attesta la corretta installazione del film e garantisce la messa in sicurezza del vetro.

Sono accettabili, per un vetro di sicurezza, le giunzioni tra pezzi di pellicola?

No, non lo si può più considerare un vetro di sicurezza. questo perchè si creano delle discontinuità che impediscono alla pellicola di comportarsi come un'unica "membrana" continua e di contribuire alla rigidezza della lastra.